Calendario Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
9
Data : Sabato 9 Settembre 2017
10
Data : Domenica 10 Settembre 2017
16
Data : Sabato 16 Settembre 2017
17
Data : Domenica 17 Settembre 2017
23
Data : Sabato 23 Settembre 2017
24
Data : Domenica 24 Settembre 2017

la vera zingara ischitanaIschia non solo è la più grande delle isole napoletane, ma è anche la più visitata: ogni anno, infatti, dal periodo che va da Pasqua ad ottobre, sono migliaia i turisti (soprattutto tedeschi) che si recano sull’isola per visitare le molteplici attrattive che questa isola ha da offrire: segnaliamo il Castello Aragonese e i giardini La Mortella, ma anche la chiesa del Soccorso e il Monte Epomeo.

Tra un percorso itinerante e l’altro, è possibile imbattersi per chalet che offrono uno spezza fame leggero e saporito e che è l’emblema della tavola ischitana: la zingara.

Negli anni ‘70 sull’isola il turismo era in piena espansione e stava garantendo un miglioramento economico e sociale davvero notevole.

Correva l’anno 1977 quando due fratelli ischitani decidono di aprire un pub-paninoteca “La virgola” nella bella cornice del borgo marinaro di Ischia Ponte. Fu un successo! I giovani ischitani lo frequentano e i due “sfornano” panini a ritmo crescente lavorando fino all’alba.

È in questo clima fatto di duro lavoro e successi meritati che salta fuori l’idea della “Zingara”, il panino simbolo dell’isola, con il quale i due fratelli Trani hanno deciso di puntare sulla qualità delle materie prime, a dimostrazione che anche la semplicità ripaga.

Del resto, l’ingrediente più importante, il pane, era davvero a portata di mano! Lo storico panificio di Boccia si trovava, e si trova ancora, a poche centinaia di metri dal pub dei due giovani. Pure il pub è ancora lì, anche se non lo gestiscono più i due ragazzi, che nel frattempo hanno cambiato completamente lavoro.

Oggi questo panino rimane ancora il pezzo forte dei pub e dei locali dell’isola, che continuano a tostare fette di pane e farcirle con gli ingredienti freschi dell’isola d’Ischia. Dunque sono le fette di pane tostato l’ingrediente base su cui poi i due ragazzi hanno aggiunto maionese, fior di latte, pomodoro per l’insalata e prosciutto crudo. La lattuga no, è stata aggiunta dopo, come pure successiva è l’alternativa del panino invece che le fette di pane. Questioni di principio che non mancano mai in cucina e che, ancora oggi, non smettono di far discutere!

 

Il passo seguente fu come chiamare questa bontà. E qui sta l’altro colpo di genio che ha decretato la fortuna commerciale di questo panino: all’epoca “Zingara” fu un’intuizione, a dimostrazione dello “stato di grazia” dei due giovani ischitani in quella lontana estate del 1977! Gli affari andavano alla grande e la “Zingara” faceva il suo ingresso in società. Prezzo: 900 lire!

Son passati 30 e passa anni e questo panino, assieme al coniglio all’ischitana, la vendemmia, le terme, il mare, il sole e tanto altro, è entrato nell’immaginario collettivo dell’isola d’Ischia.

Dove mangiare le migliori zingare ad Ischia

Vi è venuta l’acquolina in bocca leggendo queste righe? Se è così, non ci resta che segnalarvi i posti in cui è possibile mangiare le zingare più buone di Ischia:

Pub la Virgola:
è il posto che ha dato vita a questa bontà e solo per questo vale la pena visitarlo. Il locale è molto piccolo ma la zingara che propone è tra le migliori di tutta l’isola. La sua particolarità consiste nel rispetto degli ingredienti tradizionali che non prevedono l’aggiunta della lattuga.

Dove si trova: via Gian Battista Vico 13, Ischia porto. contatti: +39 081 983970.

Il Calise:
andare al calise è uno status per chi si trova sull’isola, non solo per l’ottimo cibo che propone ma anche per il piacevole intrattenimento che offre nelle sere d’estate (come non ricordare a questo proposito il mitico pianobar di Aldo Poli!). Si tratta di un locale storico di Ischia che ad oggi vanta sedi sparse in tutta l’isola, tra le quali la prima e la più importante è quella che si trova a Piazza degli eroi.
Come tutti i prodotti del Calise, anche la zingara ha un gusto ottimo ed è fatta con prodotti di grande qualità.

Dove si trova: Via A. Sogliuzzo, Ischia. contatti: 081 984277 / 08119252647.

Al pontile:
è un piccolo locale dal quale è possibile ammirare un bellissimo scorcio sul Castello Aragonese. Pur essendo specializzato nella preparazioni di piatti di pesce, Al Pontile offre l’opportunità di assaggiare un’ottima zingara preparata nel rispetto della migliore tradizione ischitana. La sua cucina semplice e genuina, infatti, è una garanzia per tutti gli amanti del buon cibo.

Dionisio American Pub:
si tratta di uno dei pub più frequentati dell’isola, situato in pieno centro, che prende il nome dal suo simpatico proprietario. Al Dionisio è possibile assaggiare una delle zingare più buone del posto accompagnandola con una vasta scelta di drink.

Dove si trova: Corso Vittorio Colonna 146, Ischia Porto. contatti: +39 3389577230.


Ingredienti per una porzione:

2 fette di pane cafone, 100 g di fior di latte, 1 pomodoro da insalata, 3 – 4 fette di prosciutto crudo, qualche foglia di insalata, maionese, sale, basilico.

Per prima cosa si affetta il pane e sulle due fette (quelle che andranno a rinchiudere la farcia) si spalma un velo di maionese, dopodiché si affetta il fior di latte e lo si dispone lungo la fetta di pane; si lava e si affetta il pomodoro e lo si aggiunge, insieme a un pizzico di sale, lo stesso con l’insalata e poi per ultimo il prosciutto crudo, richiudendo il tutto con la seconda fetta di pane.

A questo punto tostare il panino un paio di minuti, per ogni lato, sulla griglia in modo che si abbrustolisca ben bene.

Aggiungere le foglie di basilico e buon appetito!

Seguici su Facebook

Ti puo' interessare anche....